/ Turistico / Marketing esperienziale

Il turismo è una delle industrie portanti dell’economia italiana, in continuo sviluppo e costante evoluzione, man mano che si scoprono modi nuovi di vivere i luoghi di vacanza, le città, i borghi, i tesori naturali e quelli artistici. L’industria turistica ha contribuito in modo determinante a dare forma a quella che oggi si percepisce come l’identità nazionale italiana, attraendo capitali, generando introiti e benessere, e facendo fiorire una varietà di imprese in ogni regione e città. Negli ultimi anni, l’industria turistica italiana ha anche visto un incremento di ingressi dal continente europeo: il nostro paese ha infatti sostituito nei viaggi dei nostri “vicini” altre mete più esotiche, ma considerate meno sicure, soprattutto in Asia, Nord Africa e Medio Oriente. Questo è dunque il momento giusto per lanciare o espandere imprese in questo settore, a patto di avere una obiettivi chiari. Moltissime aziende del settore hanno scelto tecniche promozionali non tradizionali per far crescere il proprio business e il marketing esperienziale è fra le più popolari in assoluto. Dinamico, creativo, spesso meno costoso di altre tecniche, ma molto più efficace: questo tipo di marketing ha conquistato gli operatori del settore a tutti i livelli. Per garantire il successo di un brand all’interno di un’industria così vivace, naturalmente, è necessario costruire una reputazione solida e un’identità ben definita, ma anche una strategia di marketing ben articolata.

Il turismo è uno dei settori commerciali che possono trarre maggiore giovamento dal marketing esperienziale. Dopo tutto, in questo ambito, il prodotto stesso che si ambisce a vendere è un’esperienza. Si tratta anche di uno dei settori che da più tempo hanno imparato a capire l’importanza del “customer journey” (in senso letterale) e a sperimentare con diverse tecniche, per cercare di strutturare promozioni che mettessero al centro di tutto l’esperienza del cliente, il suo punto di vista, il suo vissuto e il suo modo di sentire. Questo vuol dire che, la concorrenza sul marketing esperienziale nell’industria del turismo è più spietata che altrove e per emergere è necessario trovare soluzioni creative, uniche, efficaci, che si facciano davvero ricordare. Quando si parla di marketing esperienziale, si pensa spesso alle agenzie di viaggi e ai brand che propongono pacchetti “all-inclusive”, ma la parte del leone in termini di marketing e introiti spesso la fanno le strutture di accoglienza. In questo post vedremo come trasformare l’esperienza del cliente in una parte della propria campagna promozionale nel settore turistico e dell’ospitalità.